La sclera della cremazione: di che si tratta, come si svolge il funerale e dove vanno conservate le ceneri

0
41

Di che si tratta

Si parla di cremazione nel momento in cui la famiglia della persona deceduta decide di bruciare il corpo invece di seppellirlo. Questo tipo di desiderio può anche essere espresso dal defunto stesso che lascia delle disposizioni per l’organizzazione del suo funerale anche se questo non capita spesso dato che il decesso, purtroppo, può essere improvviso. Una valida impresa funebre a Milano fornisce anche l’urna cineraria per riporre le ceneri del defunto. In questo caso, il corpo del defunto viene bruciato e se ne conservano le ceneri. Tutto quello che serve per onorare la vita della persona che è venuta a mancare viene fornito dall’agenzia di pompe funebri che si assume il compito di occuparsi dell’organizziamone e tutto quello che gira intorno al funerale in modo che se ne debba occupare la famiglia in questo difficile momento di lutto.

Come si svolge il funerale

Nel caso della cremazione, il classico funerale cattolico ha uno svolgimento un po’ diverso dato che non c’è la parte finale della sepoltura della bara. La cassa provvisoria viene portata via dagli addetti delle onoranze funebri verso il forno crematorio dove vien bruciata la slam. Le ceneri vengono raccolte e conservate nell’urna. Può anche essere che il funerale sia di tipo laico, cioè non religioso e il funzionamento è un po’ diverso, potendo pur sempre contare sulla piena disponibilità degli addetti delle pompe funebri che si occupano di tutto quanto.

Dove vanno messe le ceneri

Le ceneri che derivano dalla carbonizzatone del corpo della persona venuta a mancare, non possono essere conservate in casa anche se vengono messe nell’urna cineraria in marmo, fornita anch’essa dalle pompe funebri che si occupano di tutto quello che gira attorno all’organizzazione dei funerali. L’urna contenente le ceneri del defunto va messa nelle apposite cellette al cimitero, che vengono prenotate tramite la impresa funebre a Milano poiché non è possibile tenerle in casa né tanto meno cospargerle in un luogo all’aperto, a differenza di quello che invece molte persone pensano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here